IMPIANTO DI ACQUACOLTURA PRODUZIONE E VENDITA PESCE D'ACQUA DOLCE

Spigola

1. Spigola

Famiglia

SERRANIDI

Nome

Dicentrarchus labrax

Scientifico

Codice FAO

BSS

Nomi

LUPO (Puglia), LOASSO (Liguria), BRANZIN (Veneto), VAROLO (Marche),

Dialettali

RAGNO (Toscana).

Nome Inglese

EUROPEAN SEABASS

Nome

BAR EUROPÉEN

Francese

Nome

LUBINA O ROBALO

Spagnolo

Descrizione

Specie di medie dimensioni (dai 20 ai 55 cm), può arrivare fino ad un metro di

lunghezza per 10-12 kg di peso, con corpo allungato con marcatura della linea

mediana e muso appuntito, colorazione scura del dorso, argentea sui fianchi e

biancastra sul ventre, sull'opercolo è presente una macchia scura. Dotato di due

pinne dorsali, pinne pettorali corte ed allargate, pinne ventrali ed anale, pinna

caudale bilobata con arcuatura dolce. Il pesce allevato rispetto a quello selvatico,

probabilmente a causa del regime alimentare e delle condizioni di vita nelle

vasche, presenta una colorazione piu' scura del corpo, soprattutto nella parte che

comprende la testa.

Riproduzione

Avviene in autunno ed inverno. Uova pelagiche.

Area di Pesca

Mediterraneo; tutti i mari italiani; predilige le acque costiere fino a 100 metri di

profondità. Specie eurialina ( si adatta anche alle acque con bassa salinità),

oggetto di intenso allevamento in lagune e valli interne ed in bacini artificiali.

Stagionalità di

Si pesca tutto l'anno, sui mercati è però presente soprattutto il prodotto di

Pesca

allevamento.

Sistemi di

Reti a strascico e volante, e reti da posta. Allevamento in lagune e valli interne ed

Pesca

in bacini artificiali.

Leggi

Reg. CEE n. 1626 del 27/6/1994 allegato IV taglia minima 23 cm. Reg. CEE

2406/96 del 26/11/1996 parametri di freschezza alla tabella 9.1a.


La Spigola pesce di taglia grande, con corpo snello slanciato di colore grigio argenteo, dorso verdastro, ventre bianco. L'opercolo presenta una macchia scura, con due robuste spine posteriori. La bocca è grande, armata di numerosi piccoli denti uncinati disposti sulle mascelle, sul vomere e sul palato; è infatti un tipico predatore, molto vorace. La mandibola è leggermente prominente.


Biologia

Pesce rustico, ottimo euritermo ed eurialino, molto resistente quindi al caldo, al freddo ed alle variazioni della salinità. Da adulto frequenta le acque marine costiere e qui si riproduce, deponendo oltre 100.000 uova per kg di peso vivo. Le uova, piccole e trasparenti, sono galleggianti. Alla temperatura di 13°C si schiudono rapidamente in circa 3 giorni. Le forme giovanili penetrano quindi nelle lagune e nelle foci dei fiumi, ove si accrescono fino al conseguimento della maturità sessuale che viene raggiunta al secondo anno dai maschi, al terzo dalle femmine. E' un predatore voracissimo, soprattutto di pesci e crostacei, ma anche di molluschi e vermi policheti.


Acquacoltura

Da alcuni anni se ne pratica l'allevamento intensivo a ciclo completo in numerosi impianti a terra (vasche) ed in mare (gabbie), con ottimi risultati. E' diventata infatti una delle specie ittiche marine più allevate collocandosi tra i dieci prodotti della pesca più acquistati in Italia.